venerdì 20 gennaio 2012


Caro Mr. Darcy

Volevo solo sfogarmi con te che esprimi i tuoi sentimenti raramente, tu che se fossi reale mi sapresti consolare dicendo che “hai lottato in vano per reprimere i tuoi sentimenti” e mi esorteresti a non tenerli per me… Ma chissà se mi doneresti anche un po del tuo orgoglio per difendermi… comunque ci tenevo a dirti che  infondo ci spero ancora… ci spero veramente tanto… spero in un suo sms che chiarisca tutte le mie confuse idee, spero in un innamoramento improvviso.. spero comunque di riuscire a fare un gesto per catturare la sua mente ed il suo cuore, spero, forse invano di poter conoscere l’amore con lui, spero tante cose e di certo sono folle a sperarle, ma per una piccola piega di un infinito drappo di stoffa come me conoscere l’universo dei sentimenti appare come un oasi in mezzo ad un deserto di illusioni.. Qui dove tutte le emozioni sono sensate e non vane come possono sembrare in uno sguardo confido a te Caro Mr. Darcy le mie voglie e i miei più vivi desideri… Uno sguardo che mi ha colpita, una voce che mi ha ferita… Un sentimento che non chiamo AMORE… Perché non chiamare amore un sentimento che sembra avere tutti i requisiti per essere classificato così? Perché l’amore secondo me è un qualcosa di eterno, non nel senso che una volta incontrato lo si deve e lo si può provare sempre con la persona che ce lo ha presentato… Ma anche dopo avere avuto la certezza di essere innamorati si può con uno sguardo di qualcun altro con una parola con un semplice gesto provare qualcosa di più forte della precedente… o per lo meno provare qualcosa di diverso… Questo è il mio pensiero che condivido con voi ma come pensiero può domani anche cambiare… Ad ogni modo mi rendo conto di avvicinarmi ad un momento della vita in cui molte cose si comprendono ed altre diventano ancora più incomprensibili… Ho capito che mi manca un po di amor proprio, attraverso una persona che di amor proprio ne ha abbastanza per apparire agli altri come una persona sicura; ho capito che senza sentimeni non si può instaurare un rapporto, grazie ad  una persona che sentimenti per me non ne ha provati.. ho capito che i valori crescendo cambiano, grazie a  chi sta peggio di me! Non vorrei lamentarmi ma lo faccio perché vivo con l’illusione che potrei avere di più… Questa illusione di conseguenza diventa la ricerca di qualcosa che non avrò mai!!! Vorrei tante cose, vorrei la pace il bene e la serenità per tutto il mondo… sento dentro quel senso di impotenza davanti alle cose che non possono cambiare con il mio intervento… desidero fortemente di entrare nella mente di chi mi sta intorno ma allo stesso tempo ho paura di trovarci qualcosa di indecifrabile, ho paura senza sapere cos’è la paura, la paura di trovarsi nudi e infreddoliti pe strada senza una casa senza un riparo, ho paura di restare senza un’amico quando so benissimo che siamo nati soli… Ho paura senza dubbio di me stessa perché non so cosa sono e cosa posso riuscre a fare!! Ho paura di non reggere senza conoscere i miei limiti ed ovviamente ho paura della vita sapendo benissimo che finisce con la morte!!! Ho paura di soffrire per la  mancanza di qualcuno anche se so che quel qualcuno può benissimo fare a meno di me… Ho paura del giudizio di una sola persona quando so che 1000 persone mi giudicano ogni giorno.  Sono incontentabile incontenibile, indecifrabile … corro scappo mi fermo sto zitta mezz’ora .. poi parlo parlo parlo non so che dico… SONO UNA CONTRADDIZIONE.. MA PROBABILMENTE E’ GIUSTO CHE SIA COSI’… vorrei che mi cadesse un libro tra le mani con tutte le risposte alle mie domande… MA AL CONTEMPO SO CHE QUEL LIBRO LO POTREI SCRIVERE IO PERCHE’ CONOSCO GIA’ LE RISPOSTE A QUESTE TORMENTOSE DOMANDE…chiudo gli occhi, non guardo all’esterno , scatto solo una fotografia a me stessa, ci vedo solo un disegno confuso… solo un calcolo incompleto e una formula che solo l’esperienza mi potrà far decifrare… L’unico motivo per cui ancora mi tormento è la mia cecità di fronte a cose chiare, nude… passo le giornate a vestire queste verità, più le vesto più non capisco perché siano così nascoste!! Di che tessuto sono fatti questi vestiti?? Di illusione!!! Finisco il mio elenco di contraddizioni dicendo che ho paura perché sono nuda e mi rimangono solo questi vestiti di illusione per coprirmi! 

5 commenti:

rattoluna ha detto...

Mi piace molto questo post, probabilmente perchè mi rispecchia e le tue parole hanno formato frasi che aleggiano nei miei pensieri...io se dovessi scattarmi una foto in questo momento ci vedrei un velo di tristezza, ed io a tante domande non riesco a trovare risposte e mi trovo solo inadeguata e incontentabile...
Ti auguro un sereno fine settimana.

Funambola ha detto...

La circostanza di essere coinvolti in prima persona, qualsiasi sia il sentimento che si prova, fa diventare ciechi...
Ci si sforza di capire il perché dei nostri comportamenti ma mai si riesce a a comprenderli fino in fondo...
E' così! Purtroppo o per fortuna è così, perché se fosse il contrario di sicuro non ci comporteremmo in maniera diversa e difetteremmo di esperienze... mentre sappiamo benissimo che questa, anche sotto forma di sbagli, è importante per quel che riguarda il nostro futuro, la nostra vita, che cambia come cambiano anche i nostri valori...
La paura?
Chi non ha paura della vita?
Chi non si copre di illusioni?
Chi non ha paura di rimanere da solo/a?
Ma se non l'affrontiamo questa vita, se non la prendiamo di petto, come è giusto che sia, credimi, la parola esperienza non la pronunceremo mai... Ed io, invece, sono del parere che è sempre meglio pronunciarla, anche se quell'esperienza ci ha fatto male!

Juliette ha detto...

@rattoluna: hai proprio ragione.. ma credo che la maggior parte di noi oggi sia confusa e incontentabile perchè più cose abbiamo più ne cerchiamo.... e comunque queste parole sono uscite in un momento si sfogo che non sempre mi capita... mi piace ritrovarmi seduta a scrivere e poi rendermi conto che ho preso il mio cuore e l'ho messo sulla tastiera!!! Grazie per le tue visitine =) auguro un felice weekend anche a te!!!

Juliette ha detto...

@funanbola: hai ragione carissima... tutti siamo illusi da quello che ci circonda e tutti siamo perfettamente consapevoli della nostra illusione.... il problema non sta tanto nell'illudersi ma nell'essere consapevole del mondo che ci stiamo creando... ;)

rattoluna ha detto...

Ciao, passa da me a ritirare un "premio" :)